DIARIO DI UNA MAMMA #SETTEMBRE2017

E’ passato un anno esatto dall’ultimo Diario di Una Mamma … forse è il caso di aggiornare questo diario di bordo virtuale. Anche perché l’ultimo aggiornamento non era esattamente dei più rasserenanti.

DIARIO DI UNA MAMMA #SETTEMBRE2016

Il 2017 è stato sicuramente l’anno del cambiamento: Gregorio, crescendo e compiendo i due anni, ha iniziato (e continua ogni giorno) ad affermarsi come individuo autonomo da MA e GA. Si, perché il piccolo Unno ha deciso di adottare un linguaggio tutto suo fatto di monosillabi o rari bisillabi che, nonostante tutto, gli consentono di farsi capire perfettamente (o quasi). E, visto che ha raggiunto (e temo superato) la soglia del 95 centimetri di altezza, dove non arriva la comprensione adulta, provvede da solo.

Non solo cammina; ora corre, si arrampica e fa le scale in salita e in discesa senza tenersi ad appiglio alcuno. Rifiuta categoricamente che gli venga offerta la mano quando si è fuori casa e l’unica concessione che ci fa è quella di farsi trasportare sulle spalle del papà (da dove, ndr, si gode di una vista panoramica visti i due metri di Mr Marito!).

Il suo più grande compagno di avventure è il monopattino giallo e nero a tre ruote che gli ha regalato lo zio per il suo compleanno (nota alle mamme: il monopattino è una gran bella idea per quei bambini che non vogliono stare tanto sul passeggino ma che non volete portare in braccio!). Pensavo ci sarebbe voluto del tempo per imparare ad usarlo, ancora una volta mi sbagliavo. In tre giorni Gregorio era in grado di muoversi con il monopattino, tempo due settimane e sfrecciava in casa e fuori casa sul suo tre-ruote.

L’esperienza nido si è rivelata davvero sorprendente: a Gregorio sembra piacere molto, anche se non nascondo che, secondo me, parte delle cose che rifiuta di fare (in primis parlare apertamente) è da collegarsi al suo “volercela far pagare”. [ma di questo magari parliamo un’altra volta]. Ha ricominciato a nutrirsi e come tutti i bambini mangia solo quello che vuole lui. La dieta ideale di Gregorio prevede: bignè al cioccolato, Oreo, brioche, torte varie, patatine, chips, tutto ciò che viene fritto …  ovviamente nella realtà mangia molto altro (tra cui l’indispensabile dose di frutta e verdura!).

Ha una grande passione per i libri … in particolare adora distruggerli o aprirli in due e usarli come scivolo per le macchinine. Si, perché piccolo Unno ADORA tutto ciò che è dotato di ruote. In particolare macchine, treni, MOTO con qualche concessione ai mezzi da lavoro (gru, ruspe etc).

Un obiettivo al quale io e Mr Marito stiamo lavorando con grande soddisfazione (per ora) è quello di fare di Gregorio un viaggiatore. Al momento Piccolo Unno ha già visitato 3 nazioni straniere (Spagna, Francia e Germania) e una serie di città italiane; ha affrontato 3 viaggi in aereo e un road trip in macchina. Devo dire che si è dimostrato un ottimo compagno di viaggio: gli piace molto l’ambiente dell’aeroporto, spingere le valigie con le rotelle, salire sull’aereo (si addormenta in fase di rollaggio ^_*) ed esplorare posti nuovi. L’unica “pecca” è sempre il cibo: mangia poco e sempre le stesse 4 cose e  viaggiando all’estero non sempre è facile riuscire a mantenere una dieta equilibrata e sana … ma stiamo lavorando anche su questo.

Insomma, il tempo passa, qui si cresce e si va avanti. Io sto bene, un pò provata dal periodo estivo che ha visto Gregorio a casa e me mamma a tempo pieno  ma non mi posso lamentare. Nei prossimi mesi mi piacerebbe affrontare una serie di tematiche legate alla maternità e a punti critici dell’essere mamma oggi in Italia. Spero che avrete voglia di seguirmi in questa nuova avventura.

A presto

S.

No Comments Yet.

Leave a comment