Diario di Una Lettrice (quasi) Perbene #Ottobre2014

Eccomi finalmente tornata con il Diario di Una Lettrice (quasi) Perbene!

Del Blog e delle novità parleremo con calma … ora mi preme riprendere il passo con ELISA e ALICE e andare alla scoperta del loro mese di lettrice (non perdetevi i post sui loro blog!) e, naturalmente, raccontarvi del mio mese di ottobre!

Ottobre è stato un mese psicologicamente, fisicamente e lavorativamente molto impegnativo e fino ad un paio di giorni fa temevo di rientrare e trovarmi a raccontarvi di un solo libro … ma le vie della lettura sono infinite e nell’ultima settimana ho letto ben due testi.

Screen Shot 2014-10-30 at 18.10.48

Il bilancio mensile ammonta quindi a 3 libri letti: 1 romanzo in inglese, 1 romanzo in italiano e un saggio.

No, non sono impazzita … la colonna dei libri acquistati sembra una lavagna alla fine dell’ora di algebra … in realtà mi sono procurata tre testi per un progetto del quale di parlerò a breve e per il quale dovrete pazientare ancora un pochino (RISATA DIABOLICA MUAHAHAHAHHA).

Ma torniamo ai libri letti in ottobre e al mio Diario di Una Lettrice (quasi) Perbene.

Tutto è iniziato con uno dei regali di compleanno ricevuti da parte di mio fratello: non vedevo l’ora di iniziare la serie delle Lunar Chronicles di Marissa Meyer di cui Letizia (Letizia JD su Youtube) tesse sempre le lodi.

Si tratta di una serie di retelling di fiabe classiche in veste moderna (“cos’è un retelling?” Si starà chiedendo mia mamma… “Parla come magni!” Starà pensando Mr Marito … ok … diciamo che la fiaba classica viene presa e reinterpretata in chiave moderna!) e ad aprire le Cronache Lunari è Cinder. La protagonista è una Cenerentola moderna (ma moolto moderna, direi quasi post moderna … un mezzo cyborg!) che vive a New Beijing con la matrigna cattiva, le sorellastre e … un piccolo cyborg che non so perché ma mi immagino simile a R2D2 di Guerre Stellari. All’inizio, complice il periodo complicato, ho avuto qualche difficoltà … ma raggiunta la metà non riuscivo più a staccarmene … e ora mi lascio del tempo prima di proseguire con il capitolo successivo!

Screen Shot 2014-10-30 at 18.32.10

Secondo romanzo del mese “L’albero dei fiori viola” di Sahar Delijani, un delicato ritratto dell’Iran tra passato e presente visto attraverso gli occhi delle sue donne. In realtà i protagonisti sono sia uomini che donne ma la vera anima del romanzo è un’anima femminile.

Il romanzo è a tratti straziante: ci si rende conto di come i figli di coloro che hanno lottato e sono stati incarcerati per le proteste contro il regime si ritrovano oggi in piazza per ribadire quanto già affermato con forza 30 anni fa dai genitori … un romanzo toccante, delicato e al tempo stesso duro e sconvolgente: BELLISSIMO! Ho fulminato le oltre 350 pagine in meno di 4 giorni!

Unica nota “stonata” riguarda la scelta di traduzione del titolo che in originale è “The Children of the Jacaranda Tree” laddove l’albero di Jacaranda è un albero tipicamente iraniano famoso per i suoi fiori viola che fa da fulcro alle vicende di tutti i personaggi.

Screen Shot 2014-10-30 at 18.32.43

Ho chiuso il mese con un libello dedicato a “L’arte di Leggere Una Conversazione Svizzera” dedicato ad un’intervista che Eugenio Montale ha rilasciato a Giulio Villa-Santa in una trasmissione per la Radio della Svizzera Italiana nei primi anni ’70. Ho apprezzato molto la trascrizione dell’intervista, che occupa le prime 22 pagine del libro, mentre ho trovato (come spesso mi capita quando qualcuno cerca di spiegarmi cosa voleva dire un poeta) lenta, difficile e un po’ complessa la nota finale a cura di Umberto Motta.

Screen Shot 2014-10-30 at 18.33.03

E questo è tutto, io corro a vedere cosa hanno letto ALICE ed ELISA e noi ci vediamo il mese prossimo con un nuovo appuntamento con il Diario di Una Lettrice (quasi) Perbene.

1 Comment to "Diario di Una Lettrice (quasi) Perbene #Ottobre2014"

  1. Ciao sara !!!!! Ho trovato la traduzione italiana di cinder in formato ebook!!!! Lo inizierò subito dopo il libro che sto finendo di leggere ( Anna karenina ). Un bacione e un abbraccio grande :-*

    Rispondi

Leave a comment