Diario di una Lettrice quasi Perbene #Luglio2014 [ITA ONLY]

Schermata 2014-07-31 alle 08.35.14

Bentornati al Diario di Una Lettrice quasi Perbene in collaborazione con Elisa (In Viaggio Con Elipisto) e Alice (Libro In Borsa).

Estate e letture, un binomio indissolubile.

Per quel che mi riguarda, durante l’estate approfitto del tempo libero e delle vacanze per dedicarmi a quei romanzi che, per mole o argomento, risulterebbero di difficile lettura durante l’inverno.

Anche questo luglio non ha fatto eccezione e, come avrete visto dalla tabellina in apertura, il numero di libri è basso ma quello delle pagine piuttosto alto.

Andiamo con ordine: in aeroporto a Barbados ho trovato per pochi euro un testo fotografico dedicato all’isola e mi sono immediatamente tuffata nella lettura. Mi serviva per preparare il video dedicato a Barbados e mi piace sempre scoprire cose nuove dei posti che visito.

Rientrata in Italia mi sono catapultata in Versilia e ho portato con me qualche libro anche se, devo ammettere che non vedendo mia madre da oltre 20 giorni ci siamo dedicate al pettegolezzo da spiaggia più che alla lettura.

In quel caso i compagni di ombrelloni perfetti sono le graphic novel: rapide, immediate e che consentono degli stop frequenti (il pettegolezzo quando arriva arriva!).

Avevo in libreria due graphic novel acquistate alle svendite da Fnac e ho pensato che non ci fosse occasione migliore per leggerle.

Tribeca Sunset è un inno d’amore a New York e un lavoro di commemorazione della tragedia dell’11 settembre 2001. Disperazione, Sofferenza e Smarrimento sono i temi principali. Una lettura commovente con tavole dedicate alla città davvero meravigliose.

Sempre struggente e dedicato ad un periodo difficile della storia umana, la seconda guerra mondiale in particolare, è La Scoperta del Currywurst. Avete mai assaggiato il currywurst? E’ un piatto davvero unico e molto gustoso e quando ho letto il titolo della graphic novel ho DOVUTO comprarla. Il racconto narra della nascita di questa delizia gastronomica negi primi giorni di una Berlino del dopoguerra.  Anche in questo caso un ricordo struggente e commovente, delizioso.

Ho scoperto che la graphic novel è tratta da un romanzo di Uwe Timm e non escludo di cercare anche il libro ^_*

Potevo farmi mancare il mio Nick Hornby mensile?

Assolutamente no! A luglio ho letto Alta Fedeltà. Forse il romanzo di Hornby che mi è piaciuto meno. Ancora una volta un personaggio maschile al limite della paranoia con gravi problemi relazionali. Tuttavia, non saprei spiegarvi perché, ho trovato Rob davvero indisponente.

L’ironia e la grazia della scrittura di Hornby rimangono comunque intatte, una vera garanzia!

Ho scoperto che ne è stato tratto un film … magari me lo guardo in una di queste sere piovose d’estate. Voi l’avete visto?

E arriviamo al romanzo che ha occupato gran parte del mio mese e che posso con grande soddisfazione dire di aver concluso: Le Benevole di Jonathan Littell. Il romanzo è interamente dedicata alla vita di un ufficiale SS durante gli ultimi anni della Seconda Guerra Mondiale. In particolare è strutturato come un memoires: noi incontriamo il protagonista già vecchio, scampato a Norimberga e nascosto sotto falso nome in Francia (dove si è rifatto una vita). Il Dottor Aue ci conduce, in un racconto in prima persona a metà strada tra il racconto storico, l’analisi politica e l’indagine psicologica attraverso le scelte politiche e militari del regime nazista dal 1939 al 1945 con particolare attenzione alla campagna di Russia e all’Endlosung (la soluzione finale del “problema ebraico”). Un testo decisamente impegnativo e di non semplice lettura che ho molto apprezzato per la scelta dell’autore di non concentrarsi sui fatti ormai noti ma di prendere in esame le dinamiche interne al partito e le scelte di tipo morale ed etico degli ufficiali.

Come vi avevo anticipato, poche letture ma belle toste.

Anche per quel che riguarda gli acquisti sono stata molto diligente: l’unico scivolone è stato su Nick Hornby. Passeggiavo per il Libraccio, ditemi che capita anche a voi, e ho scovato due romanzi che ancora non ho letto al 50%: due Nick Hornby a 13 euro … non potevo lasciarli li!

Attendo ora di sapere come è andato il vostro mese di lettori, per scoprire le letture di Elisa e Alice … correte sui loro blog!

Bisous

S.

6 Comments

  1. Un testo impegnativo!! non so se ne sarei capace.. dovrei proprio essere di spirito combattivo e incazzuso!!! 😉

    Rispondi
    • ma incazzoso forte: una lettura davvero tosta, ma almeno ho eliminato uno dei libri dal mobiletto dei testi da leggere ^_^

      Rispondi
  2. Rientrata dalle ferie (sigh, doppio sigh, triplo sigh) sono corsa a leggere il tuo post. Complimenti per Le Benevole: lettura decisamente impegnativa che mi attrae, ma ho bisogno di avere del tempo a disposizione per leggere un libro simile.
    Elisa

    Rispondi
    • le Benevole sono state un bello scoglio … e ancora fatico a venirne fuori!!!!

      Rispondi
  3. Ciao! Ti ho assegnato un premio sul mio blog 😉 Ti aspetto per ritirarlo!
    Un bacione

    P.s. il prossimo mese leggerò anche io Alta Fedeltà…anche se non credevo avesse un personaggio così indisponente 🙁

    Rispondi
    • un premio????????
      corro!!!!
      Poverino il personaggio è un classico di Hornby solo che … non so … mi urtava i nervi! ^_*
      Poi fammi sapere cosa ne pensi!
      Bacio
      S.

      Rispondi

Leave a comment