Diario di Una Lettrice quasi Perbene #Aprile2014 (ITA Only)

Benvenuti in questo nuovo spazio interamente dedicato ai libri, il Diario di Una Lettrice quasi Perbene.

Come vi ho raccontato QUI la fine del mese di marzo ha portato un incontro folgorante per la mia vita di lettrice: ho conosciuto (letterariamente) Nick Hornby. In particolare il suo “Una vita da Lettore” mi ha letteralmente aperto gli occhi e regalo lo slancio (e l’idea) per questa nuova rubrica. Di cosa si tratta? Di un piccolo spazio mensile nel quale vi racconto in forma di diario il mio Mese di Lettrice (quasi) Perbene. Un angolo nel quale raccogliere i libri letti, quelli acquistati, regalati o ricevuti e, soprattutto, nel quale raccontare come sono collegate le letture del mese e cosa mi spinge a scegliere il prossimo libro da leggere ….

Ho coinvolto in questa sorta di autoanalisi anche Elisa che gestisce un blog molto bello solitamente dedicato ai viaggi (IN VIAGGIO CON ELIPISTO) ma che condivide con me la passione per i libri (e la lettura) QUI trovate il suo post … Iniziamo!

Ho iniziato il mese di aprile carichissima e convinta di volermi procurare quanti più testi di Hornby possibile: non posso credere di aver letto così poco di questo autore fino ad oggi!

Tra me e Hornby, però, si è messo Vinitaly: uno dei periodi più impegnativi dell’anno lavorativamente parlando. Cosa può significare questo? STOP alle letture per un’intera settimana … Ma poi Mr Marito ha organizzato il #secrettrip in Alto Adige e ho approfittato dei tre giorni di ritiro tra le montagne per dedicarmi ad una lettura un po’ delicata.

Aspettavo con ansia di trovarmi nella condizione mentale adatta a dedicarmi a Due Settimane d’Attesa, un testo interamente incentrato sul tema della fecondazione assistita e sulla tecnica dell’egg sharing. Tra l’altro il caso ha voluto che la mia lettura avvenisse in concomitanza con la riapertura del dibattito sull’eterologa in Italia. Un testo molto toccante, emozionante e davvero interessante. (ve lo racconto QUI).

Rientrata dal ritiro in montagna mi sono dedicata ad un libro fotografico: avevo bisogno di prendere fiato dopo la lettura della Rayner che è molto bella ma anche emotivamente impegnativa. Cosa c’è di meglio dei gioielli per rallegrare la giornata e alleggerire la mente? In particolare il volume dedicato ai Gioielli di Casa Savoia racconta la storia d’Italia attraverso la vita delle tre regine (Margherita, Elena e Maria Josè) e attraverso i loro meravigliosi gioielli. Immagini stupende, foto d’epoca e moltissimi spunti interessanti … mi sono scoperta un’amante delle perle: Mr Marito, Attento!

Si era fatta la metà del mese e il mio personalissimo Buon Proposito per il 2014 è di leggere almeno un libro in inglese ogni mese. Ho scelto di tornare a Santorini (almeno con la mente) e di leggere il romanzo che avevo comprato in Settembre durante il soggiorno sull’isola greca. Un bel libro, commovente, che racconta la storia di una donna greca nel ‘900. Una prospettiva interessante sulla Grecia e sull’essere donna in un’isola come Santorini in quel periodo storico. Per viaggiare con la mente!

La Goware editore mi ha poi fatto avere una copia di La Lingua Bastarda, un ebook unico nel suo genere. Una raccolta di 67 poesie che può essere navigata (attraverso una serie di collegamenti ipertestuali) in maniera sempre inedita e personale. Un modo interessantissimo di avvicinarsi alla poesia. Innovativo!

E siamo arrivati alla fine del mese e all’ultimo testo di cui, lo ammetto, mi piaceva il titolo. La meraviglia delle piccole cose, tenero, introspettivo, empatico. Ecco, il libro al contrario del titolo è ironico, pungente e sarcastico. A parte il dualismo tra titolo e testo … un’ottima lettura.

Veniamo ora al tasto dolente … ma quanti libri ho comprato questo mese?

Troppi!

A mia discolpa posso dire che i tre Hornby nascono da una NECESSITA’ interiore insopprimibile (e poi li ho presi usati al Libraccio). Honolulu Baby è un testo dedicato alle Hawaii (uno dei miei sogni di sempre) che mi è rimasto attaccato alle mani durante l’incursione al Libraccio (usato anche lui però). L’ombra del Vento è il libro che più mi è piaciuto nel 2012 e non ne possedevo nemmeno una copia, lo avevo preso in prestito dai miei … ora ne posseggo il volume illustrato (YEEEEE) ed era a metà prezzo!

Per Pasqua i miei mi hanno regalato le guide per le mie prossime vacanze (contano come libri?) e LUI è Tornato, un libro che era in wishlist e sono curiosissima di leggere.

E poi … e Poi FNAC ha messo fuori moltissimi libri a 1 EURO … ho detto 1 EURO … potevo sottrarmi?

Tra l’altro tre di questi erano in wishlish: il testo di Safier (colpa di MissPenny09), quello di Aldo Busi (confesso che non so perché fosse in wishlist) e Professione Problem Solver.

Alle graphic novel in offerta non so resistere, e poi una è ambientata a New York (e questa è già una buona motivazione) e l’altra dopo la seconda guerra mondiale (e nel titolo si parla di Currywurst!). Testi dedicati a moda, shopping e pop mi rimangono sempre attaccati alle mani, soprattutto quando costano 1 EURO (cioè 1 Euro!!!). mentre i testi di Turchi e della Ingrao … non me lo so spiegare: due testi dedicati all’amore (si sa, l’amore vende sempre!).

E siamo giunti alla fine di questo mese di lettrice…questa volta potremmo chiamare la rubrica “Diario di una Lettrice Spendacciona” … anche se … vi ricordo che da Fnac ho speso 10 Euro per 10 Libri e che i testi del libraccio erano al 50%!! Forse ““Diario di una Lettrice Ingorda” è più azzeccato ^_^

8 Comments

  1. immaginavo che non avresti resistito alla tentazione della rubrica. Quando ne hai parlato nelle letture del mese, avevi già deciso, dovevi solo capire come farla in modo pratico.

    Sempre pungente, schietta, e molto ironica! il libro che ha ti ha folgorata l’ho messo in lista pure io.. ma chissà quando lo leggerò.. ma tu mi capisci!!

    Bhe aspetto il prossimo post, e le letture del mese.

    Baci… e … In bocca al libro!! 🙂

    Rispondi
    • ahahaha è stato più forte di me ^_^
      Sono contenta che ti sia piaciuto!
      In bocca al libro è BELLISSIMO!!!! ^_^
      Un bacio
      S.

      Rispondi
  2. I tuoi acquisti sono splendidi e invidio tantissimo i testi ad 1 € *.*
    Se ti capita di trovarlo usato ti consiglio anche “Non buttiamoci giù” di Hornby…io sono rimasta folgorata da questo autore proprio grazie a questo libro 😉
    Comunque non sei l’unica spendaccione, ehm….”ingorda” ( 😛 ) di libri: io ho decisamente acquistato parecchio, anche per colpa di offerte in ebook! Proprio oggi mi sono regalata due libri che avevo in wish-list da tempo e che erano in offerta su Ibs: Il commesso e La verità sul caso Harry Quebert 😉 Per non parlare degli acquisti delle scorse settimana… io mi definisco sempre “uno scoiattolo libresco” che ama avere la scorta di ghiande in libreria 😀
    Mi piace molto questa nuova rubrica!
    Un bacione

    Rispondi
    • Ad un Euro non potevo proprio lasciarli lì!!!
      “Non buttiamoci giù” è in lista … ma non l’ho trovato in offerta ^_^
      Bello lo “scoiattolo libresco” … ottima definizione!
      Sono contenta che la rubrica ti piaccia!
      Un bacione
      S.

      Rispondi
  3. Yeey bellissime letture! e acquisti interessanti

    Rispondi
    • YEEEEEE! un sacco di acquisti da smaltire nei prossimi mesi ^_*
      Muack e bentornata!
      S.

      Rispondi
  4. Sei uno spasso! La tua idea della rubrica è davvero carina e comprare libri scontati dà sempre grandi soddisfazioni! 🙂

    Rispondi
    • Grazie mille!!! Sono contenta che l’idea ti sia piaciuta!
      Comprare libri in saldo??? Soddisfazione senza prezzo ^_^
      Un bacio
      S.

      Rispondi

Leave a comment