2 Months into Motherhood

Sono le 3.40 di un martedì mattina (o lunedì notte?) e io e Gregorio siamo svegli: lui sta digerendo il biberon delle tre prima di tornare a letto, io guardo video su Youtube nell’attesa di incontrare nuovamente Morfeo.

E’ passato un altro mese, e siamo a due, dall’arrivo di Gregorio e devo riconoscere che, pur essendo ogni giorno unico e diverso dagli altri, iniziamo tutti ad adattarci a questa nuova vita.

Ci sono giorni buoni, nei quali tutto va secondo i piani e Gregorio sta bene, mangia, dorme, gioca e … repeat dall’inizio ^_* … e ci sono giorni meno buoni, nei quali si fa fatica a riposare/mangiare etc ma l’alternanza dei due è buona! Mi sto ancora chiedendo se realmente c’è stato un miglioramento o semplicemente ci siamo abituati noi ai nuovi ritmi … anche se ogni tanto mi chiedo se ci si possa mai abituare a svegliarsi ogni 4/5 ore ogni notte e alla costante sensazione di “precarietà” ovvero all’essere sempre consapevoli che, qualsiasi cosa stiamo facendo, potremmo dover mollare tutto al volo se il Boss si sveglia dal riposino.

Gregorio è cresciuto ancora (64 cm e 6,2 kg) e abbiamo dovuto fare un po’ di shopping perché la taglia è aumentata (qui oramai non si prende più niente per la crescita: si compra di settimana in settimana) e la notizia meno buona è che la mia spalla sinistra inizia a mostrare i primi segni di cedimento strutturale sotto il peso di questa “piccola” polpetta.

Adesso Gregorio inizia ad interagire con gli animaletti vari che volano sopra la sua carrozzina e il seggiolino, passa molto tempo nella sua palestrina “parlando” con i dolcetti che gli pendono sulla testa … già perché adesso inizia a fare dei versetti e sembra proprio che parli e interagisca con cose e persone (starò semplicemente impazzendo a forza di stare insieme a questo bambino?).

Momento epico è stato quello in cui, finalmente, anche Gregorio ha iniziato ad usare l’ovetto (decisamente più leggero da trasportare!!!) anche se, tutt’ora, ha una soglia di sopportazione piuttosto bassa … continua a preferire la carrozzina o, ancora meglio, i letti degli adulti dove lo spazio per muoversi non gli manca di certo!

Ma lo scorso mese ha visto anche il primo viaggio di Gregorio: abbiamo approfittato di qualche giorno di vacanza di Mr. Marito per una due giorni in Versilia. Responso super positivo: Gregorio ha preso bene la macchina (ha dormito praticamente tutto il viaggio) e ha anche reagito bene al cambiamento di ambiente! Se tutto va bene ne faremo un viaggiatore!

Appuntamenti importanti di questo mese: la mia VISITA POST-PARTUM (tutto a posto!) e l’ECOGRAFIA ALLE ANCHE di Gregorio (anche qui esito positivo!).

Cose imparate questo mese:

– Inutile tentare di fregarlo: se gli dai la tisana al finocchio o l’acqua ti guarderà con uno sguardo molto chiaro “Mamma…bel tentativo … ora tira fuori il latte!”

– L’argomento principe tra Mamma e Papà non è più “cosa facciamo stasera” ma “ha fatto la cacca oggi?”. Tra l’altro quello della cacca è argomento privilegiato di conversazione anche tra amici-genitori e neomamme incontrate dal medico o al distretto per la pesata

– Momento di massima socializzazione tra mamme è la “pesata” settimanale al distretto sanitario dove la scarpa trendy del momento è la Grunland

– Ah già … inutile affannarsi: il maledetto ombrellino parasole dell’ovetto non sarà mai nella posizione giusta!

 DSC_0064

Here we are, it’s 3.40 am (wait a minute, is it already Thursday morning or still Monday Night?) and Gregorio and I are wide awake. He is waiting to fully digest his 3 am bottle … and I’m trying to stay awake watching Youtube Videos.

It’s been 2 months since Gregorio was born and I must admit that I’m starting to get the rhythm of this new life, even if every day is really unique and different from the other.

Some days are really good (Gregorio is fine, he eats, plays and sleeps and … repeat from step 1 ^_^), some others are not so good and it’s really difficult to sleep or rest but most of the days have been good during this last month. I’m still wondering whether the situation has changed or we get accustomed to it … but could a person get accostumed not to sleep a full night and live with the ever present feeling of inevitability upon oneself (that sensation you feel when you know that whatever you are doing you’d have to quit in a minute if the Boss rest come unexpectedly to an end)?

Gregorio grew a lot during this second month and we had to go shopping: I’m no longer buying things to store them but only the things I’ll need in 2 weeks! My left shoulder is starting to let me down … OMG this little one is getting really heavy!

The little giant here is starting to interact with the animals hanging above his stroller and he keeps talking to a fluffy muffin hanging above his head … yeah I wrote “talking” ‘cause I’m quite sure he is telling it something but you know, maybe I’m spending far too much time with this newborn!

I definitely started to use the stroller even if he still prefer to sleep in his pram or, even better, on adult’s beds ‘cause they’re quite big and there’s plenty of space up there ^_*

Last month we also had our first family vacation: a two-days staying in Versilia. Gregorio loved it … or, at least, that was our impression! Maybe we really are making a good traveler of this little one!

We had two important appointments last month: my Post-Partum doctor visit (all right) and Gregorio hips ultrasound (all right too).

What I’ve learnt this month:

– You can offer him fennel infusion or chamomile tea but he’ll look at you with his “Ok Mum, nice try … now give me the milk!” look.

– Mom and Dad are no longer having the “what are we gonna do tonight” discussion, they’re main talking topic is the baby’s poo. And this is quite an often used topic even with friends moms, parents and strangers met at the doctor appointment.

– The most important social appointment for moms here is the weekly weight time at the local doctor.

– Oh yeah, no matter what you’re gonna do: that little umbrella will never really cover your baby while in the stroller!

DSC_0065

DSC_0038

I was wearing:

OVS printed Tshirt

Lavish Alice ASOS Skirt

Zara Necklace

Bizzarra Dalila B/W Bag

2 Comments

  1. Bel post.. Mi chiedo spesso come sara’ e cambiera’ la mia vita con l’arrivo di mio/a figlio/a ( non so ancora il sesso!).. Quel che si evince e’ che e’ tutto in divenire con un bambino e poche cose seguono una precisa tabella di marcia, perlomeno all’inizio.. Vedremo.. Ciao Norma

    Rispondi
    • sono contenta che il post ti sia piaciuto e in bocca al lupo per la tua gravidanza!!
      Qui ogni giorno è una nuova avventura ^_^

      Rispondi

Leave a comment