10 Travel Tip in Santorini

Le mie Dieci Cose da Fare a … Santorini

Ed eccoci con l’immancabile appuntamento con i miei personalissimi consigli di viaggio.

In questo caso parliamo di Santorini, meravigliosa isola greca presso la quale ho soggiornato per 5 giorni la prima settimana di settembre 2013.

Santorini è una delle Isole Cicladi e si trova nel Mar Egeo. L’isola ha una superficie complessiva di 74,4 km2, una lunghezza di 16,7 km e una larghezza massima di 6 km.

Le sue dimensioni ne fanno una perfetta meta per vacanze breve (5-7 giorni) e il posto ideale per spostarsi in scooter. Unica nota dolente le molte salite che possono mettere in difficoltà i 50 cc, meglio optare per un 80cc o, se riuscite a convincere i responsabili degli affitti, un 125 cc.

L’isola è molto particolare e deve la sua conformazione geografica alla sua origine vulcanica, che ha lasciato una forte impronta sulle spiagge e sui molti resti archeologici presenti sul suo territorio.

E’ un’isola che vive di turismo (dopo il boom degli anni ’70 che l’hanno vista diventare una meta ambitissima a livello mondiale), l’inglese è parlato (più o meno bene) ovunque (almeno nei luoghi turistici) e la connessione Wi-Fi gratuita è molto diffusa (oserei dire più che in Italia!).

Capitale dell’isola è la cittadina di Firà, sede del porto presso il quale fanno scalo numerosissime navi da crociera; mentre l’aeroporto si trova a Thera. E’ possibile raggiungere l’isola via nave o via aereo con voli diretti anche dall’Italia.

Ci sarebbe moltissimo da dire, ma lo spazio a mia disposizione (e il vostro tempo) scarseggia. Quindi vi consiglio la lettura della guida turistica che mi ha accompagnata durante questo viaggio e con la quale mi sono trovata davvero bene: Santorini – Dumont Tascabili per Viaggiare – a cura di Klaus Bötig e Elisa Hübel.

Consigliati da amici, abbiamo scelto di soggiornare a Imerovigli, nella parte più a nord dell’isola e mai consiglio poteva essere più azzeccato: paesaggisticamente è un paradiso e posso affermare di aver ammirato alcuni dei più tramonti della mia vita comodamente spaparanzata sul terrazzo della nostra camera.

Per ulteriori chiacchiere vi rimando al VIDEO caricato sul mio Canale YouTube ^_^

DSC_0122

Ecco le 10 cose che vi consiglio assolutamente di fare durante il vostro soggiorno a Santorini.

1. Visitare gli Scavi Archeologici dell’Antica Thera e di Akrotiri.

Sapete quanto amo scoprire il passato dei luoghi che visito, soprattutto quando la storia è così affascinante come nel caso di Santorini. Un passato minoico, un’eruzione vulcanica che cancella tutto ma, al tempo stesso, blocca il tempo nell’istante esatto della tragedia: irripetibile.

L’Antica Thera si erge sulla cima del Mèssa Vounò e permette di immergersi nel passato circondati da un paesaggio meraviglioso.

Consiglio scarpe comode per passeggiare tra le rovine.

Ingresso 2 Euro.

Akrotiri. Questo meraviglioso sito archeologico ha riaperto le porte al pubblico solo lo scorso anno ed è un’esperienza imperdibile. Per proteggere i resti dell’antica città preistorica rimasta immobilizzata dalla lava e dalla pomice dell’eruzione del 1645 a.C. è stata costruita un’imponente costruzione che consente di visitare la città attraverso dei comodi camminamenti e di ammirare i resti da una posizione rialzata ma anche di immergersi nelle vie dell’antica Akrotiri … meraviglioso!

Il costo del biglietto è di 5 euro.

2. Perdersi per le viette di Firà.

Una tappa alla capitale è inevitabile (magari cercate di farlo quando ci sono poche navi da crociera ancorate nella Caldera per evitare la ressa dei croceristi!).

Firà offre moltissime attrattive: musei, negozi (di cui vi parlo dettagliatamente più avanti e nel video). Vi consiglio però il viaggio in funicolare (biglietto 4 Euro solo andata o ritorno) oppure, se vi va, un viaggio sui muli, tipici animali dell’isola.

Non perdetevi anche la possibilità di un pranzo (o una cena) con vista Caldera: un panorama mozzafiato!

3. Scoprire Oìa (anche non al tramonto).

Questo meraviglioso paesino è rinomato per il suo tramonto, che attrae centinaia di persone ogni sera per ammirare lo spettacolo del sole che cala sul mare.

Io vi consiglio la visita del paesino anche durante la giornata, quando la ressa dei turisti non è ancora arrivata e potrete godervi la calma e la pace del meraviglioso centro e curiosare con tranquillità nelle bellissime botteghe.

4. Passeggiare a Imerovigli e godersi una birra (greca) sulla chiesetta della Rocca di Skaros.

Imerovigli è un miracolo edilizio: un meraviglioso borgo arroccato sugli scogli a picco sulla caldera. Una passeggiata al tramonto, accarezzati dalla brezza dell’Egeo, vi porterà alla Rocca di Skaros dalla quale potrete godere di un meraviglioso tramonto. E’ anche il momento perfetto per un bell’aperitivo a base di birra greca (consiglio Volkan Beer in bottiglia) e magari di Arachidi ricoperte di Miele e semi di sesamo (un delirio di bontà!).

5. Spingersi fino al faro di Akrotiri e godersi la vista.

La strada conduce fino al faro, dal quale potete godere della vista d’insieme sull’isola e di una meravigliosa visuale sul Mare Aperto … il tutto investiti dal vento marino.

Sulla via per il faro non perdete l’occasione di fermarvi da I Kalì Kardìa per un po’ di shopping gastronomico a prezzi super.

6. Visitare il Museo del Vino e … lasciarsi tentare dagli assaggi.

Il museo del Vino vicino a Kamari è gestito dalla famiglia Koutsogiannòpoulos ed è l’unico museo enologico in Grecia ad essere ospitato in una caverna naturale.

Nelle gallerie sotterranee è possibile ripercorrere la storia dell’enologia dell’isola, scoprendo molte curiosità.

Il biglietto di ingresso costa 7 Euro e comprende un’audioguida (disponibile anche in Italiano) e la degustazione di 5 vini al termine della visita.

 

7. Pranzare al porto di Ammoudì

Dopo la visita a Oìa non perdetevi il piccolo porto di Ammoudì.

La strada conduce direttamente al porto e lì è possibile mangiare del pesce straordinario a prezzi molto buoni (noi abbiamo mangiato da Katìna e ve lo consigliamo proprio!).

 

8. Assaggiare la Moussaka di Naussa  e non perdersi le Loukoumades a Firà.

Naussa è un ristorante piuttosto conosciuto (a volte è necessario attendere per avere il tavolo ma credete … ne vale la pena!). I prezzi sono ottimi e il cibo è divino! La moussaka è il suo cavallo di battaglia e dopo che avrete mangiato questa … tutte le altre avranno un altro gusto ^_^

Le Loukoumades sono dei mini krapfen proposti in moltissime varianti. Il posto migliore per assaggiarle è a Firà e si chiama Loukoumadoupolis. Per 5 euro vi daranno 7 mini krapfen … un ottima conclusione di serata!

9. Non si può non parlare di spiagge.

In particolare io vi consiglio la visita ( e il bagno) alla famosissima Red Beach che ha, a mio parere, il mare più bello dell’isola.

Se amate la vita da spiaggia non potrete che amare Perivolos: la spiaggia dei giovani greci.

Gli stabilimenti balneari qui offrono gratuitamente Wi-Fi e lettini con 2 lettini in cambio di consumazioni al bar o del pranzo.

Vi consiglio il Pleasure Beach Bar: lo staff è gentilissimo, la spiaggia fantastica, i cocktails da urlo, il wi-fi super rapido e … il Club Sandwich è uno dei migliori che abbia mangiato in vita mia!

10. Farsi coccolare al Caldera Massage …

Nel vostro budget tenete da parte dei soldi per quest’esperienza imperdibile: un massaggio di coppia su una splendida terrazza vista mare a Oìa.

I prodotti usati sono realizzati in esclusiva per la spa e l’esperienza è davvero unica.

Noi abbiamo scelto il pacchetto Honeymoon: massaggio di coppia di 60 minuti + 30 minuti di massaggio giapponese alle mani. Vi offriranno anche un ottimo Tè Verde Giapponese e potrete godere della meravigliosa vista sul Mare Aperto.

Vi lascio ora un breve elenco di Negozi che vi consiglio di visitare (e svaligiare) durante il vostro soggiorno sull’isola:

OIA

Elegy: una piccola boutique presso la quale è possibile trovare bijioux artigianali e pezzi di design davvero unici a prezzi ragionevoli.

Caldera Massage e la linea di prodotti beauty Caldera by Antonio.

FIRA

New Art: Werner Hampel è un tedesco che ogni anno realizza una collezione di Tshirt dedicata all’isola di Santorini e le mette in vendita solo nei due punti vendita di Firà. Magliette davvero uniche per dei ricordi indelebili.

(di fronte al bar irlandese Murphy’s in Odos Erithrou Stavrou oppure nella via lungo il cratere a nord della cattedrale ortodossa).

Ernesto: gioielli da perdere la testa e creazioni in legno innovative e di gran pregio.

(Odos Erithrou Stavrou)

The Bead Shop: il posto perfetto per chi crea e per chi vuole portare a casa un ricordo dell’isola. (nella via che dalla basilica ortodossa scende verso il parcheggio dei bus).

KAMARI

Yolicious: una maestra di Yoga tedesca a dato vita a questo meraviglioso angolo di paradiso. Abbigliamento per Yoga e gioielli ispirati alla disciplina orientale.

Workshop Elleven: giovani creativi che lavorano la lava, l’argento e il metallo per ottenere gioielli unici, fantasiosi e a prezzi abbordabili.

Lava Candles: veri souvenir dell’isola. La cera è mescolata alla lava e i porta candele sono interamente realizzati in lava nera. Un meraviglioso modo di portare a casa un pezzo di Santorini. (nella lava candles street a 30 mt dal lungomare).

Dove Mangiare:

FIRA

Naoussa Odòs D. Nomikou, a metò strada fra la Platìa e il Museo Gìzi (www.naoussa-restaurant.gr)

Lava Lounge – via della Caldera

IMEROVIGLI

Blue Note – nella via lungo il cratere

PERIVOLOS

Pleasure Beach Bar

PORTO AMMOUDI’

Katina

DSC_0019

My 10 Things To Do in … Santorini

Here we are with my usual after-travel article about my Travel Tips.

I’m talking about the last travel I did, on the first week of September in Santorini, the wonderful worldwide known Greek Island in the Aegean Sea.

The Island covers 74,4 km2 of land with a 16,7 km length and it’s 6 km wide.

It’s the ideal destination for short trips (5 to 7 days). The best way to move on the Island is the scooter but keep an eye on the frequent ups and downs of the streets!

It’s volcanic origin left a deep sign on the geological and geographical shape of the Island. Its past is deeply rooted and testified by the archeological places and by the black shores.

Since the ‘70s Santorini it’s world wide known as turistic place. Everyone speaks English (more or less) and Free Wi-Fi is available in most turistic places.

The Island Main Town is called Firà. Fià is the harbour where all the Mediterranean

Cruisers stop in order to visit the Island. The Airport, on the other hand, is in Thera.

I I could write long about Santorini but I don’t have space and you don’t have time so … hurry on! I suggest to anyone who is going to visit the Island to have a look to the travel guide I used (and loved) during the trip: Santorini – Dumont by Klaus Bötig e Elisa Hübel.

Some friends of ours, who where on the Island some time ago, suggested us to stay at Imerovigli. The best tip ever! The place is amazing, the landscape wonderful and I had the chance to see some of the most breathtaking sunsets of my entire life there.

foto3

Here are my 10 things to do during a trip to Santorini.

1. Visit the Archaeological Sites of Ancient Thera and Akrotiri.

You know I love to dig into the past and culture of the places I visit more so if the history of the place is as interesting as Santorini one.

Here we find a Minoic past, a tragic volcanic eruption that destroy everything but in the meantime stops the time in the exact moment of the tragedy: breathtaking.

The Ancient Thera is on the top of Mèssa Vounò in one of the most beautiful place of the Island. From there you can admire the entire Island and the Sea.

Take with you some comfy shoes to walk among the ruins.

Ticket 2 Euros.

Akrotiri is the most ancient prehistoric site in the Eagean Sea. It reopened last year and you cannot miss it while on the Island.

In order to protect the ruins from the sun and the wind erosion they created a wooden building. You have the chance to visit the Prehistoric Town destroyed by the 1645 B.C. eruption comfortably crossing the paved guided route even in the hottes hours of the

day.

It’s amazing!

Ticket 5 Euros.

2. Get lost in Firà historic center.

Don’t miss the visit to the Main Town Firà (if you can try to avoid the days when cruisers stop by).

Firà has lots of things to show: museum, shops (I’ll suggest some shops to you further on)..

Try the Cable Car (ticket 4 Euros) that connects the Lower Town to the Upper one. If you want, you can also do this trip by donkey!

Have lunch or Dine on the wonderful terraces on the Vulcan: breathtaking!

3. Discover Oìa (even not during sunset).

This lovely little town is world known for its sunset. Hundreds of people come here every day to see the sun going down in the Aegean Sea.

Try and visit the town during daytime when the crowd has not arrived yet.

It’s a relaxing and peaceful town with lots of amazing boutiques and shops.

4. Have a walk at Imerovigli and drink a Greek Bear at Skaros Rock.

Imerovigli is a miracle: lots of white houses built on the black volcanic rock.

Have a nice and relaxing walk at sunset and reach the terrace of the little Church in front of Skaros Rock. From there you can enjoy a wonderful sunset (better so if you take with you a beer, Volkan is my Greek Fave one, and some Peanuts with Honey and Sesame!).

5. Reach Akrotiri Lightouse and enjoy the panorama.

There’s a road that leads directly to the Lighthouse. From there you can enjoy a wonderful sight of the entire Island and of the Aegean Sea.

On the way there, have a stop at I Kalì Kardìa. They sell traditional Santorini food at very good prices.

6. Visit the Wine Museum and … Taste the wines.

The Wine Museum is near to Kamari and it belongs to Koutsogiannòpoulos family.

It’s the only wine museum in Greece hosted in a natural cave.

Along the subterranean galleries you will discover many interesting things about Santorini past and Wine Tradition.

The ticket costs 7 Euros and you will also get an audio guide (available in many different languages) and the guided tasting of some wines.

7. Have lunch at Ammoudì Harbour

Once in Oìa don’t miss Ammoudì Harbor.

There’s a road that leads directly to the Harbor and there you can enjoy an amazing fresh fish at cheap prices. We had lunch at Katina and really suggest it to you all!

8. Taste Naussa Moussaka and Loukoumades in Firà.

Naussa is a wide known restaurant in Firà city centre.
The food is amazing and the prices really good.

Main dish is Moussaka. Once you’ve tasted it … the other will definitely taste different ^_^

Loukoumades are mini krapfen (fried sweet pastries) and you can have it in many different flavors (honey, chocolate…). The best place to have them is Loukoumadoupolis in Firà.

For 5 Euros you’ll get 7 Loukoumades … the best way to end up your day!

9. Seaside is a must.

I recommend the visit (and bath) at Red Beach. It’s a well-known place and host the most beautiful and cleanest water of the entire Island.

If you love Beach Life don’t Miss Perivolos, where young people from Greece come on holidays. Here you can enjoy free wifi and umbrella + bed if you drink or eat at the restaurants.

My fave one is Pleasure Beach Bar: great staff, amazing beach, wonderful cocktails, fast free wi-fi and one of the most amazing Club Sandwich I ever ate.

10. Treat yourself at Caldera Massage.

In your holiday budget reserve a part to this amazing experience: A massage on a terrace directly on the sea at Oìa.

They use special products created for their spa and the experience is a unique one.

We chose the Honeymoon Pack: double massage (60 mins) + Japanese Hand Massage (30 mins) + Japanese Green Tea on the Terrace.

Where to Shop:

OIA

Elegy: a little boutique where you can find unique design pieces.

Caldera Massage and the beauty line Caldera by Antonio.

FIRA

New Art: Werner Hampel is a German artist who creates a limited edition tshirt line for Santorini every year. You can find these tees only in the two shops in Firà.

– Ernesto: amazing jewelry creations and wonderful wooden pieces.

(Odos Erithrou Stavrou)

The Bead Shop: the perfect place if you’re searching for a little gift from this islans (mainly bijoux).

KAMARI

Yolicious: a German Yoga teacher created this heavenly shop. You can find Yoga clothing and accessorizes and a jewelry line inspired by Yoga teachings.

– Workshop Elleven: young designers that work with lava, silver and metals to creat wonderful and unique jewels at interesting prices.

– Lava Candles: these are amazing souvenirs. They creates the candles using wax and lava and the candle holders are entirely created with lava in many different designs and colors. (lava candles street 30 mt from the sea).

Where to eat:

FIRA

Naoussa Odòs D. Nomikou (www.naoussa-restaurant.gr)

Lava Lounge – Caldera Street

IMEROVIGLI

Blue Note – on the main road on the crater

PERIVOLOS

Pleasure Beach Bar

PORTO AMMOUDI’

Katina

foto2

4 Comments

  1. Oddio ma sembra un posto meraviglioso, voglio andarci *___*

    Rispondi
    • E’ veramente un posto meraviglioso: paesaggi stupendi e tramonti mozzafiato!
      Ti piacerebbe di sicuro ^_^
      S.

      Rispondi
  2. Ciao Sara! Ho visto il tuo video su Youtube riguardo a Santorini (complimenti davvero, hai spiegato in maniera semplice e dettagliata tutto ciò che c’è da fare!) e me ne sono innamorato. Ora i miei amici ed io (dovremmo essere 8 in tutto, tutti tra i 19 e i 23 anni), stiamo valutando Santorini come meta per la prossima vacanza, perchè riuscirebbe ad unire divertimento, cultura, bellezze paesaggistiche e mare. Proprio riguardo al mare però avrei una domanda da farti, fondamentale per la scelta definitiva: le spiagge di Perivolos (il posto che stiamo valutando per l’affitto della casa, vista la movida) sono ciottolose come le altre o la sabbia è fine? Complimenti ancora e continua così! 🙂

    Rispondi
    • Ciao! Sono contenta che il video ti sia stato utile!
      Io a Perivolos ricordo sabbia nera (vulcanica però quindi comunque non fine fine…) ma sono passati 3 anni e non vorrei dirti cavolate!
      Valutate comunque l’affitto di mezzi di trasporto così potete cambiare anche le spiagge e sicuramente ne troverete una che vi piace!
      Buon viaggio!!!

      Rispondi

Leave a comment